2G ITALIA: MOTORI A GAS NATURALE E BIOGAS

16/02/2018

2G Italia, la filiale italiana della tedesca 2G Energy, uno dei maggiori produttori mondiali di impianti di cogenerazione per la generazione decentrata e fornitura di energia elettrica e calore, offre impianti alimentati sia a gas naturale che a biogas.
Torniveneta, ad esempio, azienda affermata nel mercato della produzione di ante laccate, impiallacciate e componenti per mobili, ha installato un Agenitor 312 NG alimentato a gas naturale, il più potente della serie di unità di cogenerazione ottimizzate di 2G. L’impianto di 2G, realizzato con la collaborazione di un installatore, fornisce energia elettrica e termica per tutto il processo produttivo. L’impianto, dopo una messa in opera in tempi molto rapidi, ha una potenza elettrica di 450 kW ed una termica di 481 kW, con rendimenti rispettivamente del 41 e del 43,8 percento, per un rendimento totale rispetto al gas naturale utilizzato dell’84,8 percento. L’unità è installata in un container standard insonorizzato a 65 db(A) a 10 metri. L’energia elettrica viene utilizzata per le utenze interne allo stabilimento. Quella termica, recuperata dalle camicie di raffreddamento dei cilindri e dai fumi di scarico, tramite uno scambiatore di calore produce acqua calda che viene immessa nella rete di distribuzione interna della fabbrica. L’acqua calda, che prima dell’installazione veniva prodotta utilizzando tradizionali caldaie a fiamma, viene principalmente usata per alimentare i forni di essicazione, dove le parti in legno verniciate vengono fatte asciugare in modo rapido e uniforme. Il cliente opera su 1 o 2 turni, secondo i cicli di produzione e stima di poter utilizzare il cogeneratore per almeno 4.000 ore/anno.
2G è costantemente al lavoro per ampliare la sua leadership tecnologica attraverso una continua attività di ricerca e sviluppo riguardo i motori a gas naturale e biogas.
“Su questi ultimi - dichiara Christian Manca, CEO di 2G Italia - le aziende agricole, di recente, hanno ricominciato ad investire in maniera consistente. Il biogas è un prodotto che difficilmente riesce ad essere costante e continuo come ad esempio il gas metano e, quindi, è molto importante che il motore abbia un range di adattabilità un po’ superiore. Il motore deve possedere elevatissima affidabilità e girare almeno 8.000 ore e noi possiamo garantire questa durata e anche di più, avendo esempi di motori con oltre 8.600 ore di funzionamento. Il fatto di produrre 100 kW per tutte le 8.000 ore genera un reddito che sorpassa tutte le altre problematiche e 2G ha così centrato perfettamente l’obiettivo”.
Per quanto riguarda il biogas, ad esempio, la Società Agricola Cooperativa Gemerello, in provincia di Torino, ha adottato un cogeneratore Agenitor 408 da 300 kW aumentando in maniera considerevole la potenza energetica a propria disposizione e l’azienda agricola Nolli, situata in provincia di Cremona, ha installato il motore Filius 404 avviando un processo di efficientamento dei propri processi produttivi.
L’impianto, per la Cooperativa Gemerello, realizzato interamente da 2G, è andato a sostituire un motore esistente che aveva una potenza totale di 250 kW. L’impianto attuale possiede un rendimento elettrico di 300 kW e uno termico di 308 kW e tutte le caratteristiche proprie e innovative della serie Agenitor. I prodotti di questa serie possiedono, infatti, una geometria della camera di combustione modificata che consente di ottimizzare l’intero ciclo termodinamico, permettendo un raggiungimento di livelli di efficienza molto elevati, con un valore complessivo di oltre l’83 percento.
L’impianto, installato presso l’azienda agricola Nolli, realizzato in collaborazione con Rota Guido, prevede un motore Filius 404b, ideale per piccoli impianti biogas ma con un’ottima efficienza. Si tratta di un impianto a biogas con una potenza elettrica di 100 kW, che definisce gli standard di efficienza e affidabilità nella sua categoria di potenza. Il Filius 404b di 2G utilizza i vantaggi della tecnologia a 4 valvole che consentono lo scambio di gas altamente efficiente nella camera di combustione. Un’altra caratteristica comune è l’uso di pistoni in acciaio che riducono sensibilmente la potenza di attrito e la perdita di calore. Nel complesso questo motore presenta chiari vantaggi di efficienza rispetto ad altri della sua categoria di potenza.
La soluzione adottata è stata una soluzione chiavi in mano al 90 percento, non prevedendo solamente le opere di contorno. È, inoltre, previsto un contratto di manutenzione full-service per generare la totale tranquillità da parte del cliente, garantita da una manutenzione programmata.
Il risparmio derivante dall’utilizzo di un cogeneratore non è dato solamente dal livello di efficienza operativa, ma anche dalla sua manutenzione. 2G, parallelamente a progettazione e realizzazione degli impianti di cogenerazione, infatti, offre soluzioni complete di assistenza e manutenzione.
Moderne tecnologie di comunicazione e software innovativi di analisi consentono di monitorare nella fase iniziale parametri operativi critici e suggeriscono al gestore dell’impianto provvedimenti da prendere per prevenire danni e guasti.
“Stiamo da qualche tempo portando avanti un percorso di ristrutturazione aziendale - conclude Manca - che punta, oltre alla progettazione, installazione e manutenzione di impianti proprietari, anche alla sostituzione di vecchi impianti realizzati da altre realtà. La nostra è un’azienda storica e di qualità che produce motori altamente performanti e che hanno prestazioni uguali, se non superiori, ai marchi più utilizzati globalmente. Abbiamo fornito, per Gemerello ad esempio, un impianto chiavi in mano in collaborazione con un partner del luogo. Stiamo lavorando molto e pensiamo che collaborare, tramite partnership, con aziende, siano esse Esco o progettisti, possa dare un contributo di notevole sviluppo al nostro business”.

 

Aziende in Evidenza