E’ nata Plastic Radar di Greenpeace

01/06/2018

Greenpeace lancia Plastic Radar, un servizio per segnalare la presenza di rifiuti in plastica sulle spiagge, sui fondali o che galleggiano sulla superficie dei mari italiani. È possibile partecipare all’iniziativa inviando le segnalazioni tramite Whatsapp al numero di Greenpeace 342.3711267.
Attraverso il sito plasticradar.greenpeace.it sarà possibile consultare i risultati e scoprire quali sono le tipologie di imballaggi più comuni nei mari italiani, a quali categorie merceologiche appartengono, se sono in plastica usa e getta o multiuso e da quali mari italiani arriva il maggior numero di segnalazioni.
 “Le spiagge e i fondali marini sono soffocati dalla plastica e con questa iniziativa invitiamo tutti gli amanti del mare a non rassegnarsi a convivere con la presenza di rifiuti in plastica - dichiara Giuseppe Ungherese, responsabile della Campagna Inquinamento di Greenpeace Italia - ma ad accendere i riflettori su questo grave inquinamento che rappresenta una delle emergenze ambientali più gravi dei nostri tempi”.
L’iniziativa è alla portata di tutti, e per effettuare una segnalazione basta scattare una foto del rifiuto e, se possibile, fare in modo che sia riconoscibile il marchio e il tipo di plastica di cui è costituito. Successivamente va inviata a Greenpeace, insieme alle coordinate geografiche del luogo dove è stato individuato il rifiuto. Ogni segnalazione viene elaborata e i dati relativi a tipo di rifiuto e posizione saranno disponibili in forma aggregata, nell’arco di 24-48 ore, sul sito dell’iniziativa.

 

Aziende in Evidenza