linkedin google-plus

logo

REPERTORIO

DELL'AMBIENTE

 

H2Sense: sensori migliori per l’idrogeno

17/02/2017 -

La politica energetica a basse emissioni di carbonio dell’Europa comporta un maggiore uso delle celle a combustibile e di tecnologie che ruotano attorno all’uso dell’idrogeno come combustibile. Tuttavia, la loro competitività dipende in modo diretto dalla loro sicurezza e da quella delle strutture dove vengono usate. Di conseguenza, i sensori di idrogeno sono una tecnologia abilitante fondamentale per l’uso sicuro dell’H2. I sensori possono essere usati per far scattare allarmi e attivare reazioni o per spengere sistemi allo scopo di impedire che l’idrogeno raggiunga livelli infiammabili.
Il progetto H2SENSE (Cost-effective and reliable hydrogen sensors for facilitating the safe use of hydrogen) ha promosso l’idrogeno primariamente, ma non unicamente, per il suo utilizzo quale combustibile alternativo. Esso ha riunito differenti portatori di interessi tra cui fabbricanti di sensori, utenti finali, enti di certificazione e periti indipendenti per garantire l’uso ottimale di sensori di idrogeno affidabili ed a basso costo.
I partner del progetto hanno analizzato le prestazioni dei sensori in applicazioni reali in ambienti industriali e hanno identificato requisiti maggiorati per i sensori e per norme, regolamenti e standard. H2Sense ha inoltre facilitato l’uso sicuro e l’adozione dell’idrogeno quale combustibile alternativo controllando l’utilizzo corretto di efficaci dispositivi per rilevare la presenza di H2.
Scienziati europei hanno lavorato assieme a colleghi statunitensi provenienti dal National Renewable Energy Laboratory del Colorado. Essi hanno unito le loro conoscenze relative agli sviluppi nella tecnologia dei sensori di idrogeno e anche alle strategie di impiego e commercializzazione. Questi vantaggi proseguiranno attraverso programmi di collaudo dei sensori transatlantici e interlaboratorio in cui laboratori dell’UE e americani effettuano test complementari e si scambiano i risultati ottenuti.
H2Sense (www.h2sense.bam.de/en) supporterà l’uso sicuro dell’idrogeno e la transizione a un’economia basata sull’idrogeno, riducendo al minimo il rilascio del gas nell’atmosfera. Identificando e superando gli ostacoli allo sviluppo e all’innovazione dei sensori, il progetto promuoverà le piccole e medie imprese e un mercato più forte per i sensori di idrogeno, portando alla creazione di posti di lavoro. Il progetto aumenterà anche i collegamenti tra ricerca e industria e tra i centri di ricerca dell’UE e quelli statunitensi.


Thomas Hübert
Tel +49.30.81041824
E-mail thomas.huebert@bam.de

 

 

<- Torna all'elenco completo delle notizie

 

Il robot Liam ricicla gli iPhone

21/04/2017 -

L’impegno di Apple nei confronti della tutela dell’ambiente passa anche dall’incrementare...

Un sistema ibrido per l’energia rinnovabile

20/04/2017 -

La natura fluttuante dell’energia solare è una delle principali barriere che...

Da biorifiuti a prodotti chimici industriali

20/04/2017 -

La prima generazione di biotecnologia bianca era basata sulle materie prime...

Una migliore gestione dei rifiuti grazie ai microrganismi

20/04/2017 -

La gestione dei rifiuti rappresenta una sfida importante in Europa e...

Il telecontrollo del ciclo idrico integrato

20/04/2017 -

Lacroix Sofrel appartiene al gruppo Lacroix (3900 persone e un fatturato...

Elenco completo delle news

 

 

Pubblindustria Srl - Sede Operativa: Via Chiassatello/Corte Sanac, 100 - 56121 Pisa - Tel. 05049490 - Fax 0506069800 P.I. 01103620504