Il bando "Innovare in rete"

17/07/2018

E’ da poco partita la call “Innovare in rete” per la quale Banca Etica mette a disposizione un plafond di 10 milioni di euro. La ricerca è rivolta a progetti di innovazione capaci di generare significativi impatti sociali e ambientali. Le idee migliori si trasformeranno in realtà grazie all’accompagnamento di consulenze di altissimo livello e a finanziamenti fino a 700.000 euro, da restituire in 10 anni con un anno di pre-ammortamento che darà alle iniziative il tempo necessario per rendersi sostenibili.
La call è aperta a: spin-off universitari e start-up innovative, con priorità per quelle che coinvolgano donne e giovani sotto i 35 anni; PMI, incluse cooperative e imprese sociali; associazioni, fondazioni e altri enti del terzo settore.
“E’ altissimo il tasso di startup che falliscono prima di aver raggiunto risultati concreti - dice Andrea Simoni, di Fondazione Kessler, coinvolta nel progetto - o che si trascinano senza mai decollare veramente. Con questo bando abbiamo deciso di puntare sulla qualità e la sostenibilità reale dei progetti migliori. Puntiamo ad individuare poche idee veramente innovative e realizzabili, capaci di rendersi rapidamente auto-sostenibili”.
Le informazioni per partecipare al bando si possono trovare su www.bancaetica.it/bando-innovare.
La candidatura potrà essere inviata su https://innovareinrete.oltreinnovation.it entro le ore 12:00 del 30/10/2018.

 

Aziende in Evidenza