La sostenibilità si sposa con il design

27/11/2017

La sostenibilità non è mai stata così bella. Grazie al design, che riesce a tradurre in forma e funzione i valori etici e la filosofia dell’economia circolare.
Sono questi i valori dell’edizione 2017 del “Bando Conai per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi”. Il bando, arrivato alla quarta edizione, ha premiato le soluzioni di packaging più innovative ed ecosostenibili immesse sul mercato nel biennio 2015-2016.
146 progetti presentati, 86 casi vincitori provenienti da 64 aziende e 7 premi speciali assegnati, e tra questi Bonaveri, che si è aggiudicata il “premio speciale per il caso più meritevole dal punto di vista tecnico-progettuale” che ha riconosciuto i valori di unicità e originalità del nuovo sistema di imballaggio dei manichini.
Le proposte sono state valutate tramite lo strumento Eco Tool Conai che permette di calcolare, attraverso un’analisi LCA semplificata, gli effetti delle azioni di prevenzione attuate dalle aziende sui propri imballaggi in termini di risparmio energetico, di risparmio idrico e di riduzione delle emissioni di CO2.
Sia lo strumento Eco Tool Conai sia le modalità applicate per determinare l’elenco dei casi premiati sono stati sottoposti alla validazione da parte di DNV GL, ente terzo di certificazione.
Il progetto di ridefinire il packaging dei manichini Bonaveri nasce da una collaborazione tra l’azienda e il Corso di Laurea in Design del Prodotto Industriale della Scuola di Ingegneria e Architettura dell’Università di Bologna.
Nell’ambito di tale collaborazione è stato ridefinito il piano di packaging verificando che le nuove ipotesi di progetto fossero adeguate agli obiettivi di riduzione dell’impronta ambientale. L’intervento ha avuto obiettivi di miglioramento sia di processo che di prodotto. L’attività di imballaggio è stata resa più veloce ed immediata, con notevoli benefici sia per l’operatore che per il cliente.
Sono state ridisegnate le geometrie per ottimizzare spazi ed ingombri, eliminati i materiali non riciclabili, migliorata la disposizione degli elementi, valorizzata la parte di istruzioni e di rappresentazione dei messaggi.
Il risultato è stato un’effettiva riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi quantificabile nel contenimento del 42 percento delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, nella diminuzione dei consumi di energia del 38 percento e nel risparmio di acqua del 56 percento.
Bonaveri non è nuova a innovazioni importanti, anche in tema di sostenibilità, avendo già in produzione manichini con una materia prima naturale, da fonte rinnovabile e biodegradabile. Si tratta del B Plast, una plastica naturale che deriva al 72 percento dalla canna da zucchero, e che viene verniciata con B Paint, una vernice naturale composta esclusivamente da sostanze organiche rinnovabili.

 

Aziende in Evidenza