Lidl

11/06/2018

Consapevole dell’impatto che le proprie attività hanno sull’ambiente, Lidl Italia, catena della grande distribuzione con oltre 600 punti vendita nel Paese si impegna, attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie e politiche di approvvigionamento sempre più sostenibili, a ridurre i possibili effetti negativi sull’ecosistema. Ecco quindi: adozione di tecnologie innovative nell’ambito della gestione energetica, la razionalizzazione dei processi aziendali, l’uso di energia da fonti rinnovabili, nonché metodi di costruzione mirati ad una maggiore sostenibilità, la raccolta differenziata nei punti vendita e centri logistici, una logistica snella che punta ad ottimizzare i carichi e soprattutto la sensibilizzazione dei propri collaboratori.
Ad esempio, Lidl è fortemente impegnata contro la plastica. E seguendo il motto aziendale "Sulla via del domani", entro il 2025 punta non solo a diminuire l'utilizzo di plastica di almeno il 20percento, ma anche a rendere gli imballaggi in plastica delle proprie private label riciclabili al 100percento. Due traguardi importanti che permetteranno così all'azienda di ottimizzare i packaging e repackaging degli articoli a marchio proprio e di migliorarne contemporaneamente le possibilità di riciclo.
L’impegno della società a favore dell’ambiente passa anche dallo sviluppo green dei nuovi punti vendita. Si tratta di strutture di ultima generazione dotate di sistemi innovativi per la gestione dell’energia, mirati a ridurre al minimo eventuali sprechi, e costruite con l’ausilio delle migliori tecnologie attualmente disponibili sul mercato.
I punti vendita di nuova concezione sono edifici in classe energetica A+, costruiti con materiali altamente coibentanti e muniti di sistemi di illuminazione a led. Inoltre, laddove possibile, installati pannelli fotovoltaici e colonnine per la ricarica di automobili elettriche, messe gratuitamente a disposizione dei clienti.

 

Aziende in Evidenza