Pompe Wolhfarth: la tradizione dell

23/03/2018

La caratteristica che da oltre 50 anni contraddistingue le elettropompe della Bruno Wolhfarth è la sapiente lavorazione dell’acciaio inox dalla barra piena, non da fusione, che rende le superfici perfettamente lisce e compatte, senza porosità. Il corpo pompa è infatti in acciaio inox aisi 316L.
Per il settore chimico, dove si trattano prodotti molto aggressivi, come alcuni acidi che intaccano anche l’acciaio inox, il corpo pompa viene realizzato anche dalla barra di titanio.
Alla sapienza della lavorazione meccanica l’azienda ha affiancato in questi ultimi anni la ricerca dei materiali più resistenti. La girante interna ad alette flessibili è disponibile in diversi elastomeri, in relazione ai prodotti da trattare. Nel settore chimico i più usati sono il Neoprene, resistente ai prodotti alcolici e aggressivi, e il Dutral, resistente agli acidi. In campo alimentare e farmaceutico sono invece richiesti il Neoprene e il Silicone certificati FDA, idonei all’uso a contatto di alimenti in ottemperanza alla normativa CE 1935/2004.
Specialmente in campo chimico e farmaceutico è molto apprezzata l’esecuzione certificata “atex”, per l’impiego in ambienti a rischio di esplosione: le elettropompe Wolhfarth sono dotate di motori in ghisa, che hanno un grado di sicurezza più alto dei motori in alluminio, e di carrelli con ruote conduttive, in ottemperanza alla Direttiva “atex”.
Qualità importante delle elettropompe proposte, nelle serie “Rapid”, “Rapid Sanitaria” e “AC” è la grande versatilità: possono travasare indifferentemente sia prodotti molto densi e viscosi che prodotti liquidi e, quindi, vengono impiegate sia in fase di produzione che di pulizia e lavaggio. Inoltre, grazie alle giranti ad alette flessibili, sono reversibili e permettono di svuotare i tubi a fine lavoro invertendo il senso di marcia.
La facilità di smontaggio e il ridotto numero di guarnizioni rendono agevoli e veloci le operazioni di manutenzione.
In diversi settori del campo chimico, dall’edilizia alla cosmetica, dalla farmaceutica all’erboristica, si presenta spesso il problema di dover trasferire prodotti densi o viscosi come paste, creme, pomate, gel, ecc.: il modello di elettropompe con variatore di velocità permette di lavorare a basso numero di giri per il trasferimento di questi prodotti e rappresenta una soluzione pratica per la facilità di utilizzo e conveniente per il rapporto qualità/prezzo, rispetto ad altre tipologie di pompe.
L’ultima realizzazione, che ha incontrato il favore dei clienti della Bruno Wolhfarth è stata appunto per questo settore di applicazione: l’elettropompa dotata di inverter a bordo, con tastierino remotabile, che permette il comando digitale delle funzioni del motore anche a distanza.
L’attenzione alle richieste dei clienti e ai mutamenti nei processi di produzione ha portato l’azienda a fondere in questo modello la sapienza della lavorazione meccanica con le recenti applicazioni tecnologiche.
Bruno Wolhfarth esporrà ad Achema 2018 (Francoforte, 11-15/6/2018; Hall 9 – Stand D66). i suoi ultimi modelli di elettropompe, accanto alla produzione tradizionale.


Didascalie
Foto alta sx: Elettropompa serie “Rapid” con inverter a bordo
Foto alta dx: Elettropompa serie “AC” in Titanio
Foto bassa: Tastierino remotabile per il comando a distanza delle funzioni del motore


 

 

Aziende in Evidenza