Wolf System: innovazione circolare

15/02/2021

Da 50 anni il gruppo Wolf realizza ogni anno circa 3.000 vasche circolari in cemento armato vibrato con pareti monolitiche per molteplici usi (settore agricolo, industriale, impianti biogas e di depurazione, raccolta idrica, silos), basandosi su un proprio brevetto di casseratura in acciaio, che ha sancito nei decenni il successo del sistema costruttivo di Wolf System in questo comparto.

Struttura monolitica

La vasca circolare è realizzata con gettata continua in opera. La struttura monolitica, infatti, evita possibili punti deboli che si potrebbero creare in corrispondenza di giunzioni.

Reti speciali

Wolf System utilizza reti speciali con barre orizzontali accoppiate per ottimizzare la distribuzione dell’acciaio all’interno delle pareti, garantendo la massima tenuta. E per garantirne anche la massima durabilità, come previsto dalla normativa NTC-2008, utilizza sempre un copriferro minimo di 4 cm.

Sistema di disarmo

La casseratura circolare in acciaio è realizzata in modo talmente stabile che non devono essere utilizzati distanziatori, con conseguente risparmio di tempo e contenimento dei costi, senza mai porre in secondo piano la sicurezza in fase di realizzazione e post costruzione. A differenza dei sistemi tradizionali che prevedono dei perni passanti per il montaggio del cassero, il sistema Wolf System si basa su un meccanismo autoportante che non necessita di tali elementi, garantendo una perfetta tenuta della vasca.
I singoli pannelli della casseratura Wolf System vengono portati sul luogo di installazione della platea, dove vi è una marcatura che indica il diametro esterno e interno. Il primo pannello è posato in linea con tale marcatura, quello successivo viene collegato al primo con l’aggancio di un cuneo. Si procede poi man mano con gli altri pannelli, fino a completamento del primo anello, con controllo finale delle varie chiusure. I cunei devono essere serrati solo dopo l’aggiunta del secondo anello esterno. Lo smontaggio della parte esterna avviene per mezzo di un motore idraulico che consente la discensione controllata dell’anello. Tale motore viene issato fino all’anello da far scendere, un operatore provvederà a fissarlo a due pannelli (pezzi speciali). Il motore applicherà una pressione per aprire i vincoli dei due anelli e dopodiché inizierà la discesa graduale dell’anello. Il materiale smontato viene riposto negli appositi alloggiamenti, ben imballato e rimosso dal cantiere.

Giunto basamento parete

La tenuta tra la platea di fondazione e la parete è garantita dall’utilizzo di un doppio nastro di guarnizione, detto giunto di basamento, in PVC e in lamiera zincata.

Progettazione e calcoli statici

L’azienda progetta e calcola le dimensioni della vasca su indicazione del cliente e, in base alle rigide normative strutturali NTC 2008, ne valuta il posizionamento ideale sul terreno secondo la morfologia dello stesso. Inoltre, controlla il moto dei liquidi in condizioni sismiche secondo Euro Codice 8, cura tutti gli allacciamenti necessari al corretto funzionamento e installa qualsiasi tipo di optional tecnico. Il tutto senza interventi esterni e in tempi estremamente rapidi.

Dimensionamento e tipologie vasche

Due le possibilità. Il cassero Tipo 12 ha vasca del diametro da 4 ai 20 m, con altezza dai 3 ai 6 m e capacità da 25 fino a 2.500 mc. Questa tipologia di vasca trova ideale applicazione come vasca per liquami, vasca industriale, silos di grandi dimensioni, impianti biogas.
Il cassero Tipo 24, invece, ha vasca del diametro da 10 ai 50 m, altezza secondo necessità e capacità da 160 fino a 15.000 mc. Questa tipologia di vasca risulta adatta come vasca per liquami, impianti biogas, impianti depurazione, silos di grandi dimensioni, Snow Tank per innevamento artificiale, stoccaggio idrico per vivai e agricoltura.

Per qualsiasi informazione T. +39 0472 064 000 - mail@wolfsystem.it

 

Aziende in Evidenza